Estintori Portatili

I nostri estintori portatili sono costruiti in conformità della direttiva comunitaria PED 97/23/CE e sono certificati UNI EN 3-7:2008.

Gli Estintori Portatili sono concepiti per essere utilizzati a mano e hanno una massa minore o uguale a 20 Kg.

Sido Antincendi saprà consigliarti la tipologia di estintore più idoneo alle tue esigenze. Contattaci per avere maggiori informazioni o un preventivo.

Estintori Portatili

Le polveri chimiche sono l'agente estinguente più usato. Hanno caratteristiche particolari, in quanto si modificano chimicamente per azione del calore e liberano gas inerti, dando un residuo incombustibile o addirittura attivo.

L'azione esercitata dalle polveri chimiche nello spegnimento del fuoco, consiste essenzialmente nell'inibizione del materiale ancora incombusto, nel soffocamento della fiamma ed in un'azione endogena per abbattere subito la temperatura di combustione.

La tipologia più diffusa, per la sua universalità d'impiego e l'elevata efficacia, è la polvere polivalente ABC composta prevalentemente da fosfato d'ammonio in percentuale compresa tra il 40% (polvere standard) ed il 90% (ad alta capacità estinguente) valida per lo spegnimento di più tipologie di fuoco (legno, carta, carbone, liquidi e gas infiammabili).

La tipologia BC è invece più idonea per incendi di liquidi e gas infiammabili, costituita principalmente da bicarbonato di sodio.

L'anidride carbonica contenuta nel corpo dell'estintore si espande con una temperatura di circa -80°C, sottoforma di neve carbonica o ghiaccio secco. Il gas circonda i corpi in fiamme abbassando la concentrazione d'ossigeno e provoca lo spegnimento per raffreddamento e soffocamento.

Diversamente dagli altri estintori, quelli a CO2 sono costituiti da una bombola d'acciaio realizzata in un unico pezzo di spessore adeguato alle pressioni interne, con valvola ad attacco conico e ogiva di colore grigio chiaro.

È adatto per spegnimento di fuochi di classe B e C, in particolare su apparecchiature elettriche.

La distanza utile del getto è limitata a 2-3 m.

Va usato con cautela in ambienti chiusi, a causa dell'effetto asfissiante dell'anidride carbonica.

L'acqua, vaporizzando grazie al calore fornito dalla combustione, cambia di stato fisico in vapore, che ha una certa azione di soffocamento; recentemente sono stati realizzati estintori a nebbia (acqua nebulizzata), sostanzialmente degli spruzzatori di gocce estremamente sottili, tali da creare una sospensione in aria con forte rilascio di vapore d'acqua, avente appunto effetto soffocante. Non tossica, poco costosa e facilmente reperibile, è utilizzabile nello spengimento di fuochi di idrocarburi leggeri e su apparecchiature elettriche ed elettroniche ad un metro di distanza.

contatti